Come e quando si fa il risciacquo acido… aiuta i tuoi capelli

Come e quando si fa il risciacquo acido… aiuta i tuoi capelli con questo segreto !!!

Se vuoi capelli lucenti e sani ecco cosa devi fare : ricorrere al risciacquo acido.

risciacquo

Consiste nell’acidificare l’ acqua  per aiutare il capello a mantenere il giusto pH , soprattutto dopo trattamenti con pH  neutro o basico.

Mantenere il corretto valore pH di capelli e cuoio capelluto è indispensabile per la salute generale dei capelli. I prodotti per capelli possono controllare il loro valore pH. Un pH 7 è chimicamente neutro. I prodotti di haircare con un valore pH tra 3.5 e 5.5 sono considerati come un beneficio dei prodotti stessi.

 

Acidificando l’acqua con il risciacquo finale , andiamo a favorire la chiusura delle squame, rendendo il fusto più uniforme , più lucido, più disciplinato e meno soggetto ai nodi.

Come sapete il fusto dei capelli è formato da squame che tendono ad aprirsi durante il lavaggio con shampoo , balsamo e maschere .

Quando le squame dei nostri capelli sono aperte, il fusto risulta seccospento e tende facilmente a spezzarsi. Per questo è importante richiudere le squame.

Cosa usare per il risciacquo acido?
“ACETO (pH 2.9)
  • Aceto di Vino (bianco o rosso) è utile per chi ha capelli molto grassi ma fini e delicati
  • Aceto di Mele è più delicato rispetto all’aceto di vino, è ideale per chi ha capelli normali o secchi in quanto ha anche una leggerissima azione lenitiva
LIMONE ED ACIDO CITRICO (pH 2.4)
  • Succo di Limone è l’acidificante per gli affetti da capelli unti, in quanto il pH del succo di limone è tra le sostanze acidificanti a pH più basso presenti in natura
  • Acido Citrico è un’ottima sostituzione al succo di limone, utilizzato nelle aree dove questa pianta che necessita di un clima temperato e soleggiato non cresce (per cui l’importazione eleva il prezzo a cibo di lusso) oppure per evitare di far piangere il portafogli quando il prezzo dei limoni sale alle stelle
SOSTANZE ALCOLICHE (pH da 3 a 4.8)
  • Birra dopo una cottura di 15-20 minuti a fuoco dolce per far evaporare la componente alcolica, si può utilizzare per acidificare l’acqua. Oltre a dare i risultati dell’acidificazione, la birra può causare un leggero schiarimento dei capelli se ci si espone al sole, a causa dell’interazione che esercita con la cheratina del capello.
  • Vino anch’esso va cotto per eliminare la componente alcolica.”

Esso  consiste nell’ultimo risciacquo , dopo aver lavato bene il balsamo/maschera , con acqua fredda ed aceto o altri ingredieti che trovate qui sopra , per dare lucentezza ai capelli e renderli più morbidi .

Procedimento:

  • Lavate bene i capelli : shampoo, balsamo e/o maschera e risciacquate
  • Diluite un cucchiaio di aceto in mezzo litro d’acqua fredda , usando una  bottiglietta
  • Versate sui capelli e passate all’asciugatura !

State tranquille che l’odore scomparirà una volta asciugati.

Fatemi sapere come vi siete trovate :..

6 commenti su “Come e quando si fa il risciacquo acido… aiuta i tuoi capelli

  1. Finalmente una spiegazione del risciacquo acido fatta per bene..quante volte l’ho già fatto e sbagliavo sempre la dose di aceto! Grazie Francy:)

  2. Io lo facevo spesso all’inizio, poi ho scoperto Tiziana di Sezione Aurea e ormai ho velocizzato il tutto .. ottimo post, complimenti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *